Privacy Policy Pareti dipinte a metà

Quando gli ambienti sono luminosi e lo spazio lo permette, anzichè tinteggiare le pareti di un unico colore si può optare per pitturarne solo una parte. Le pareti dipinte a metà si usavano qualche anno fa e oggi stanno tornando molto di moda, con tante varianti curiose. L’effetto è sicuramente gradevole e molto personale.

Si può per esempio tinteggiare la fascia bassa delle pareti con un colore molto scuro per rendere più accogliente ed elegante l’ambiente, avvolgendo i mobili e le piante, valorizzandone i colori e le sfumature. Il resto della parete deve essere però bianco per non appesantire troppo. L’effetto sarà come quello di una boiserie, ma creato solo dalla tinta. Il divertimento sta nel giocare con gli arredi presenti, scegliendo un colore a contrasto, scuro o intenso.

Ci si può sbizzarrire per esempio tinteggiando a metà senza una divisione netta, dando la sensazione di un lavoro incompleto. Un’altra idea simpatica è quella di tinteggiare a metà senza però delimitare le 2 aree di colore con una linea precisa, ma con una sagoma particolare, per esempio si può simulare il profilo delle montagne (specialmente adatto per la camera dei bambini). Oppure in alternativa si potrebbe dipingere la parete a metà in senso verticale anziché orizzontale: un’ottima soluzione come gioco ottico di divisione degli ambienti.

Pareti dipinte a metà
Pareti dipinte a metà
Pareti dipinte a metà
Pareti dipinte a metà
Pareti dipinte a metà
Pareti dipinte a metà
Pareti dipinte a metà
Pareti dipinte a metà
Pareti dipinte a metà
Pareti dipinte a metà

Cosa ne pensi di queste idee di pareti dipinte a metà? Spero di averti dato qualche spunto interessante. Se desideri ricevere un consiglio personalizzato, ti ricordo il mio servizio gratuito di consulenza personalizzata

Se questo articolo ti è davvero piaciuto, clicca sul bottone Facebook Like oppure fai un screenshot e condividimi nelle tue Instagram Stories, naturalmente non scordarti di taggare @rominasitablog

Ci vediamo alla prossima! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *